10 ragioni comuni per mentire al tuo terapeuta | IT.Superenlightme.com

10 ragioni comuni per mentire al tuo terapeuta

10 ragioni comuni per mentire al tuo terapeuta

Qualche settimana fa, ho scritto un articolo intitolato "Perché dovrebbe mentire a tuo terapeuta?" che sembra aver colpito un nervo con i clienti e terapisti simili.

L'articolo in discussione perché - quando si paga fior di quattrini per un terapeuta - che avrebbe speso qualsiasi momento mentire a loro. Era una domanda onesta che gli psicoterapeuti a volte alle prese con, soprattutto dopo aver visto un client per un po 'e poi scoprire alcuni davvero grande o importante pezzo di informazione che il cliente non aveva precedentemente menzionato. (In molti casi, la parola "menzogna" può essere implicando intento dove non esiste. L'omissione di determinate informazioni, o semplicemente essere consapevoli della sua importanza, non significa che una persona è volutamente non veritiera.)

Le risposte a questo articolo erano entrambi incredibile e penetranti, che fornisce una pletora di motivi persone non sempre pienamente rivelare tutto a loro terapeuta. Voglio ringraziare i miei lettori per la conversazione illuminante. Dopo aver analizzato le risposte, ho compilato una lista dei dieci motivi più comuni le persone non sono sempre sinceri con loro terapeuti.

Le ragioni

    1. Informazioni dolorosa o imbarazzante. Forse la ragione più frequentemente citata è anche la più ovvia: Discutere un problema che è estremamente emotivamente doloroso, imbarazzante, o vergognoso è semplicemente difficile parlare con nessuno. Gli esseri umani non sono intrinsecamente bravi a parlare di mettere in imbarazzo le cose su noi stessi o circa il modo in cui ci sentiamo o comportarsi. Ci nascondiamo la nostra vergogna e il nostro dolore da altri, e ci vuole tempo e fatica per andare contro anni di fare così solo perché iniziamo un rapporto di psicoterapia.

    2. Non sapeva che era importante; rifiuto. Un altro tema comune era che non è davvero una bugia se una persona non conosce l'informazione è importante o di valore per i loro progressi nella terapia. Un problema il cliente crede che è irrilevante per la terapia può, infatti, essere molto rilevante e importante quando si è finalmente rivelato. Questo può essere dovuto alla mancanza del cliente di intuizione, ma può anche essere parte del problema stesso - la negazione, convinzioni deliranti o falsi, o di una distorsione cognitiva, in cui la nostra mente ci hanno convinto un pensiero particolare, è vero quando non lo è. La terapia persona in cerca semplicemente non può sapere o riconoscere ciò che la "verità" è davvero, o non può essere pronto per una tale verità per essere rivelata a loro.

    3. Il mio terapista mi giudicherà. Ho preso un sacco di critiche per aver suggerito che i terapeuti in qualche modo erano al di sopra di giudicare i loro clienti. Forse ero perso nel mio mondo idealistica di professionisti di terapia, ma io continuo a credere che i buoni professionisti cercano di non giudicare i loro clienti. Il fatto è che il giudizio fa accadere, e, talvolta, i terapeuti non sempre gestire i loro atteggiamenti o credenze di giudizio in modo positivo, terapeutico.

    Alcuni terapisti fanno clienti giudicare per quello che dicono loro in terapia, o respingere le loro preoccupazioni o risposte emotive, e questo è un motivo molte persone tengono indietro nel nudo le loro anime in psicoterapia. Alcuni terapeuti non ascoltano quando questo è loro responsabilità primaria. Tale comportamento terapeuta può portare una persona a sentirsi molto peggio di se stessi, quando la terapia ha lo scopo di aiutare una persona a sentirsi meglio con se stessi. Un client spesso sarà la bocca chiusa e smettere di essere sinceri ( "Va tutto bene!"), Perché hanno imparato loro attuale terapeuta semplicemente non sta andando per aiutarli.

    4. Il mio terapista mi riporterà. Un altro timore comune è stata dello status di terapeuti nella maggior parte degli stati come 'reporter mandato.' Se le persone sono in pericolo di danneggiare se stessi, gli altri, un anziano o un bambino, i terapeuti devono segnalare tali comportamenti (e, lasciato più a discrezione del terapeuta, pensieri) per l'agenzia di stato appropriato. Tali relazioni allora possono diventare parte di un database centrale, il che significa clienti potrebbero essere marchiati a vita con un tag come "il rischio di suicidio" o "molestatore di bambini" indipendentemente dal fatto che si tratta di una condizione permanente. Anche se tali preoccupazioni sono relativamente rari nel contesto di ragioni la maggior parte della gente per ricerca di psicoterapia, si tratta di una preoccupazione legittima.

    5. La fiducia e il rapporto con il terapeuta. Il processo di terapia fa per un rapporto complesso, e uno che prende entrambe le parti di tempo, sforzi ed energie per costruire. Senza un rapporto forte e di fiducia solido, la gente spesso si sentono difensiva e in guardia nella psicoterapia e non può condividere tutto ciò che potrebbe o dovrebbe. La fiducia deve essere guadagnato, un processo che richiede tempo e pazienza. I clienti potrebbero trattenere le informazioni fino a quando hanno ritenuto che la fiducia era a posto. Se una persona non si fida il suo terapeuta, che non sta andando ad essere disposti a condividere tutto con lui o lei.

    6. Sdraiato come meccanismo di coping. Spesso, le persone imparano a mentire abilmente al fine di evitare abusi o traumi continua. Annullando l'uso comune di tale meccanismo di coping vorrà tempo, anche con un terapista esperto e grande.

    7. Ci vuole solo tempo. Molte persone hanno sottolineato che la costruzione di quella fiducia e il rapporto con il proprio terapeuta vuole solo tempo. Come esseri sociali, umani, abbiamo imparato a indossare alcune maschere che non sono sempre facili da lasciar cadere solo perché dovremmo. Il processo terapeutico è un disordinato e complessa. Entrambi terapeuta e paziente devono prendere il tempo e fare lo sforzo di scavare la verità.

    Per alcune persone, la fiducia e rapporto potrebbe non essere sufficiente. Si può richiedere molto tempo per essere in grado di parlare con un terapeuta su anni di lotta con un'esperienza. Ci sono strati e strati di "verità" e di un rapporto psicoterapeutico può essere sia dinamico e complesso.

I 10 motivi comuni persone ingannare i loro terapeuti Continua

    8. Volendo mantenere un'immagine di sé positiva. E 'difficile mantenere il nostro senso di sé o di una positiva immagine di sé quando dobbiamo affrontare gli aspetti più imbarazzanti o dolorosi della nostra vita. C'è una ricerca che suggeriscono che a volte i clienti nascondere le informazioni da terapeuti come tentativi - a volte inconsapevole - di costruire immagini desiderabili per la loro terapeuta. Catharsis può essere utile per i clienti in molti casi, ma le cose che mantengono la propria immagine di sé intatta sono ancora più importanti, anche se questo significa non sempre condividere tutto con il nostro terapeuta. A volte non vediamo noi stessi come le persone che realmente sono, e possono essere scioccati a comportamenti non possiamo riconoscere al terapeuta perché non possiamo nemmeno li riconoscere a noi stessi.

    9. Transfert e controtransfert problemi. Il transfert si verifica quando un client inconsciamente reindirizza o trasferimenti, sul loro terapeuta i sentimenti che provano verso una o più figure importanti nella loro vita. Per esempio, un cliente che è cresciuto con un padre emotivamente non disponibili può arrabbiarsi a sua più anziani, di sesso maschile terapeuta per essere sempre tranquillo e non dire molto.

    Un client può mentire al suo terapeuta perché il terapeuta rappresenta un altro individuo importante a cui lui o lei si trova anche (di solito per ottime ragioni, come la protezione lui o lei stessa emotivamente). Lui o lei può anche cercare di impressionare il terapeuta come parte del transfert.

    Il controtransfert è lo stesso problema, tranne che è il terapeuta che sta inconsciamente riorientando i propri sentimenti al client. I terapeuti che iniziano ad agire in un modo inaspettato verso i loro clienti possono danneggiare la base di fiducia e il rapporto terapeutico. I clienti possono smettere di essere prossima con i propri sentimenti al fine di ritornare alla precedente relazione terapeuta-cliente.

    10. Paura. Un sacco di motivi precedenti può essere riassunta in un grande motivo - Paura.

    • La paura di come gli altri percepiscono di noi
    • La paura di altri ciò che penserà di noi
    • La paura di quello che sarà fatto con le informazioni che condividiamo, o come potrebbe un giorno essere usata contro di noi
    • La paura di ciò che il terapeuta penserà di noi
    • La paura di come gli altri giudicheranno noi
    • La paura di avere i nostri sentimenti o pensieri respinto, di non essere creduta
    • La paura di essere in terapia per la prima volta e non sapendo cosa aspettarsi
    • La paura di sentirsi dire che siamo "pazzo" o privi di valore, di essere amati e unlovable
    • Paura del rifiuto
    • La paura dell'ignoto
    • La paura del cambiamento.

Questi sono tutti motivi legittimi e validi per "mentire" al tuo terapeuta. Altri - come la manipolazione intenzionale al fine di ottenere una diagnosi specifica per motivi di disabilità o di prescrizione di farmaci per ragioni di sollievo dal dolore - non sono coperti qui.

La verità è che la psicoterapia è complessa e sfide sia lo psicoterapeuta e il client di lavorare fuori della loro zona di comfort. Cambiamento e di progresso richiede uno sforzo, e che a volte significa non essere sempre del tutto sincero con un professionista. Ma significa anche sfidare noi stessi per provare, anche quando non si sente naturale e facile.

Notizie correlate