Affrontare gli insulti: non prendete niente di personalmente | IT.Superenlightme.com

Affrontare gli insulti: non prendete niente di personalmente

Affrontare gli insulti: non prendete niente di personalmente

Il mio amico è in attesa di un tavolo in un ristorante locale. Lei è una di quelle stalker tavolo, chi lo sa intuitivamente che è alzarsi quando. Lei è stato sospeso per un certo tavolo per una buona mezz'ora. Lei è più certo il tavolo è quella di lei fino a qualche ragazzo esce di campo a sinistra e inizia a parlare con la coppia che sta lasciando. Poi si siede con la sua ragazza.

Questo non scoraggia il mio amico dalla sua missione. Con la fiducia di Marilyn Monroe, si lascia cadere al tavolo con il ragazzo e la sua ragazza e si sviluppa un tovagliolo sul grembo.

“Che cosa stai facendo, Grasso A **, questo è il mio tavolo!” Il ragazzo le dice.

Lei ride.

È così che si suppone di rispondere agli insulti, secondo Don Miguel Ruiz, autore del classico libro I quattro accordi.

Il secondo accordo è semplicemente questo: Non prendere nulla personalmente.

Lui spiega:

Qualunque cosa accada intorno a te, non prendere personalmente... Niente altre persone fanno è grazie a te. E 'a causa di se stessi. Tutte le persone vivono nel loro sogno, nella loro mente; sono in un mondo completamente diverso da quello in cui viviamo. Quando prendiamo qualcosa personalmente, facciamo l'ipotesi che sanno ciò che è nel nostro mondo, e cerchiamo di imporre il nostro mondo sul loro mondo.

Anche quando una situazione sembra così personale, anche se gli altri vi insulteranno direttamente, non ha nulla a che fare con voi. Quello che dicono, quello che fanno, e le opinioni che danno sono in base agli accordi che hanno nelle loro menti... Prendere le cose si rende personalmente facile preda di questi predatori, i maghi neri. Si può collegare facilmente con un po 'di opinione e alimentare qualunque veleno che vogliono, e perché si prende personalmente, si mangia in su...

Ma se non si prendono personalmente, si sono immuni in mezzo all'inferno. Immunità in mezzo all'inferno è il dono di questo accordo.

Sto diventando un po 'meglio a questo, ma penso che se qualcuno mi ha chiamato un un grasso ** in pubblico, ho ancora sarei stato isterico, guardando il mio culo mentre urlava a mio marito: “Mi hai mentito! Mi hai detto che i chili che ho messo in questa estate non erano evidenti!”

Ho usato per mantenere “I quattro accordi” sulla mia scrivania. Come uno scrittore che espone l'interno della sua anima per la gente per analizzare, riflettere, e il ridicolo, ho dovuto far crescere una pelle spessa. La prima volta che ho avuto “kook, nutjob, piagnucolone,” è stato difficile per me avere il mio coraggio per postare un altro blog. Farlo in uno stato di depressione è particolarmente difficile, perché “grasso un **” è abbastanza mite rispetto agli insulti infuria dentro la mente di una persona che ha impiegato un critico interiore a tempo pieno.

Sapendo che gli insulti non hanno nulla a che fare con me, come dice Ruiz, mi impedisce di assorbire il loro veleno. Ora tutto quello che devo fare è imparare a ridere invece di piangere.

Opere di talentuoso Anya Getter.

Originariamente pubblicato su Sanity rottura a salute quotidiana.

 

Notizie correlate


Post Di più su di te

8 consigli per la depressione adolescenziale

Post Di più su di te

5 cose che dovete prendere al college per aiutare la tua salute mentale

Post Di più su di te

Statistiche Cdc: malattia mentale nel nostro

Post Di più su di te

10 segreti che il tuo terapeuta non ti dirà

Post Di più su di te

10 semplici pratiche di consapevolezza per provare adesso

Post Di più su di te

5 consigli per combattere la depressione postpartum

Post Di più su di te

3 altre cose che ci tengono sola

Post Di più su di te

6 modi per rallentare e risparmiare tempo

Post Di più su di te

Una colpa di ignoranza

Post Di più su di te

5 ulteriori suggerimenti per aumentare la tua fiducia in se stessi

Post Di più su di te

15 consigli per aiutarti a prendere le decisioni più importanti

Post Di più su di te

8 idee sbagliate sulla salute mentale e la malattia mentale